• +039 3489211143
  • info@cityart.it

NOWHERE

1

NOWHERE

Oltre il buio

 Mostra collettiva di installazione + video performativo

 Del progetto Europa per i diritti dei cittadini, migranti e rifugiati.

A cura di Mimma Pasqua e dell’associazione La Kasbah

dal 13 al 17 novembre 2012

Proveniente da Cosenza dove è stata presentata nel mese di maggio 2012 presso le Officine Babilonia arriva a City Art NowHere oltre il buio, mostra di 25 artisti che presentano opere installative e a muro, scritti e poesie.

I video documentano il percorso interattivo realizzato a Cosenza nelle officine Babilonia, spazio industriale dismesso e recuperato come laboratorio creativo e di assistenza agli immigrati.

La finalità del progetto è quella di educare la cittadinanza al rispetto dei diritti umani che oggi, significa, anche, riconoscere la medesima appartenenza ad un’unica umanità e ad un unico pianeta e quindi educare al riconoscimento delle alterità distanti e all’impegno per una giustizia internazionale.

Infatti i diritti dei cittadini dei paesi più ricchi non devono essere in contraddizione con i diritti delle persone del resto del mondo. Dunque oltre al riconoscimento di alcuni principi minimi universali occorre che ci sia la volontà etica e politica di costruire nuove forme di incontro, riconoscimento e di cooperazione internazionale.

Il percorso interattivo della mostra, fa sperimentare situazioni in cui i diritti umani vengono violati.

Particolare attenzione è stata riservata alla condizione della donna, attraverso lavori a tema fra cui un’opera realizzata con le detenute del carcere di San Vittore e un video che documenta il percorso interattivo per scuole e cittadini che consente di sperimentare situazione di violenza e privazione dei diritti.

La Kasbah che insieme a Mimma Pasqua ha curato la realizzazione del progetto,  commissionato dall’Ufficio Europa del Comune di Cosenza da vari anni è impegnata nella tutela dei diritti dei migranti e in particolare dei rifugiati e richiedenti asilo.

L’educazione ai Diritti Umani non è una semplice trasmissione di conoscenze ma piuttosto un percorso che deve stimolare il cambiamento di uno stile di vita. Essa deve far prendere coscienza a ciascuno della dignità di ogni essere umano, portatore in quanto tale, di diritti.

Attraverso una accorta riflessione sulla Carta Europea dei Diritti Umani e grazie al coinvolgimento degli artisti e performer, si sono attivati percorsi interattivi in grado di offrire elementi conoscitivi e spunti di riflessione utili a favorire la migliore comprensione e conoscenza dei diritti fondamentali.

Le donne contrappongono alle violenze la parola che media, che unisce, che da la vita, che cura, senza morti sul campo” – Cristina Rossi

Gli Artisti: amalia cangiano – silvia cibaldi – mariangela de maria – mavi ferrando – giovanna fra – svetlana kuliskova – ruggero maggi – nadia magnabosco – marilde magni – annalisa mitrano – lucio perna – anna santinello – stefania scattina – stefano soddu – meruska staropoli – armanda verdirame

scritti e poesie: ada celico – mariangela de maria – giulia fresca – franco gordano – anna lauria – tonino milite – silvana palazzo – mimma pasqua – cristina rossi

video installazioni: alessandro gordano – nicola labate

testi: serena bucca – enza papa

allestimento scenico: gianluca salamone – meruska straropoli

progetto grafico: christian tucci

Seguici anche su...Share on FacebookPrint this pageEmail this to someone